Liquid error (sections/custom_mobile-menu line 86): Expected handle to be a String but got LinkListDrop
  • Group 27 Login

Intraprendere un cammino di fede:


Come abbiamo appreso l'ultima volta, il re Cazaro rifiutò il metodo del filosofo per tre ragioni principali:

  • Concentrarsi sull'intenzione rispetto all'azione: il re crede che le azioni stesse abbiano un peso, non solo le intenzioni dietro di esse. Vede cristiani e musulmani combattere nonostante le buone intenzioni, sottolineando la necessità di azioni intrinsecamente giuste.
  • Ambito limitato della filosofia: il filosofo ignora le esperienze religiose come la profezia, che il re trova illogiche. I filosofi affermano che le attività intellettuali conducono alla verità, tuttavia i profeti, non noti per lo studio, ricevono visioni. Ciò suggerisce una "influenza divina" oltre la pura ragione.
  • Contraddizioni nelle dottrine religiose: il re mette in dubbio l'accettazione da parte del filosofo di credenze religiose apparentemente contraddittorie. Sia i cristiani che i musulmani credono di servire Dio, eppure si combattono a vicenda. Ciò dimostra che il metodo del filosofo non può conciliare queste differenze.

 

Dopo ciò, il Khazari disse a se stesso:

6 Lo chiederò ai cristiani e ai musulmani poiché una di queste convinzioni è senza dubbio gradita a Dio. Per quanto riguarda gli ebrei, sono soddisfatto che siano di bassa condizione, pochi di numero e generalmente disprezzati.

7 Invitò poi uno scolastico cristiano e gli pose domande sulla teoria e sulla pratica della sua fede.

Kuzari e Christian:

8 Lo Scolastico rispose: Credo che tutte le cose sono create, mentre il Creatore è eterno; che ha creato il mondo intero in sei giorni; che tutta l'umanità discende da Adamo, e dopo di lui da Noè, al quale risale; che Dio si prende cura degli esseri creati e si mantiene in contatto con l'uomo; che mostra ira, piacere e compassione; che Egli parla, appare e si rivela ai Suoi profeti e prediletti; che Egli dimora tra coloro che gli piacciono In breve [credo] in tutto ciò che è scritto nella Torah e nei registri dei Figli d'Israele, che sono indiscussi, perché sono generalmente conosciuti come duraturi e sono stati rivelati davanti a un vasto moltitudine. Successivamente, l'essenza divina si incarnò in un embrione nel grembo di una vergine prelevata dal ceto più nobile delle donne israelite. Lo portò con le sembianze di un essere umano, ma rivestendo una divinità, apparentemente un profeta, ma in realtà un Dio inviato. Egli è il Messia, che chiamiamo il Figlio di Dio, ed è il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Condensiamo la Sua natura in una cosa sola, sebbene la Trinità appaia sulle nostre lingue. Crediamo in Lui e nella Sua dimora tra i Figli d'Israele, concessa loro come distinzione perché l'influenza divina non cessò mai di essere attaccata a loro finché le masse non si ribellarono contro questo Messia e Lo crocifissero. Allora l’ira divina gravò su di loro per l’eternità, mentre il favore fu limitato ai pochi che seguirono il Messia e alle nazioni che seguirono questi pochi. Apparteniamo al loro numero. Anche se non siamo di discendenza israelita, meritiamo di essere chiamati figli d'Israele perché seguiamo il Messia e i suoi dodici compagni israeliti che hanno preso il posto delle tribù. Molti Israeliti seguirono questi dodici [apostoli] e divennero, per così dire, il lievito per i cristiani. Siamo degni del grado dei Figli d'Israele. A noi è stata concessa anche la vittoria e l’espansione sui paesi. Tutte le nazioni sono invitate a questa religione e incaricate di praticarla, di adorare il Messia e la croce su cui fu posto, e simili. Le nostre leggi e regolamenti derivano dall'apostolo Simone e dalle ordinazioni prese dalla Torah, che studiamo. La sua verità è indiscutibile, così come il fatto che provenga da Dio. Si afferma anche nel Nuovo Testamento: sono venuto non per distruggere una delle leggi di Mosè, ma per confermarla e ampliarla.

9 Allora disse il Khazari: Non vedo qui alcuna conclusione logica; anzi, la logica respinge la maggior parte di ciò che dici. Se sia l'apparenza che l'esperienza sono così palpabili da occupare tutto il cuore, costringendo a credere in una cosa di cui non si è convinti, rendono la cosa più fattibile per una parvenza di logica. È così che i filosofi naturali trattano gli strani fenomeni che si presentano loro inconsapevolmente e ai quali non crederebbero se ne avessero solo sentito parlare senza vederli. Dopo averli esaminati, li discutono e li attribuiscono all'influenza delle stelle o degli spiriti senza confutare l'evidenza oculare. Quanto a me, non posso accettare queste cose perché mi vengono addosso all'improvviso, senza essere cresciuto in esse. Devo indagare ulteriormente.

Domande per affinare la comprensione del testo sopra:

  1. Coerenza interna: Scolastico menziona la Trinità (Padre, Figlio e Spirito Santo come uno), le identità distinte del Figlio (nato da una vergine) e del Messia. In che modo Scolastico concilia l'apparente contraddizione tra l'unicità di Dio e l'esistenza di entità separate all'interno del divino?
  2. Universalità contro popolo eletto: gli scolastici affermano che tutti sono invitati a questa religione, ma sottolinea un legame speciale con gli Israeliti e il loro lignaggio. Questa enfasi sul popolo eletto è compatibile con l'universalità della fede?
  3. Verifica storica: Scholastic si basa su documenti storici ampiamente conosciuti e accettati. Tuttavia, come si può stabilire la verità degli eventi miracolosi, come la nascita verginale o la risurrezione, attraverso i soli resoconti storici?
  4. Perché il Re Cazaro rifiutò il metodo dello studioso cristiano?

Kuzari e musulmani:

Invitò quindi uno dei Dottori dell'Islam e lo interrogò sulla sua dottrina e osservanza.

  1. Il Dottore disse: Riconosciamo l'unità e l'eternità di Dio e che tutti gli uomini discendono da Adamo-Noè. Rifiutiamo l'incarnazione e, se qualche elemento di questo appare nella Scrittura, lo spieghiamo come metafora e allegoria. Allo stesso tempo, riteniamo che il nostro Libro è il Discorso di Dio, un miracolo che siamo tenuti ad accettare per se stesso, poiché nessuno può portare nulla di simile ad esso o ad uno dei suoi versetti. Il nostro profeta è il Sigillo dei Profeti, che ha abrogato ogni legge precedente e ha invitato tutte le nazioni ad abbracciare l'Islam. La ricompensa del pio consiste nel ritorno del suo spirito nel suo corpo nel paradiso e nella beatitudine, dove non cessa di godere del mangiare, del bere, dell'amore della donna e di qualsiasi cosa possa desiderare. La ricompensa del disobbediente consiste nella condanna al fuoco dell'inferno, e la sua punizione non conosce fine.
  1. Il Khazari gli disse: Se qualcuno vuole lasciarsi guidare nelle questioni divine ed essere convinto che Dio parla all'uomo, anche se lo considera improbabile, deve averne fiducia utilizzando fatti generalmente noti, che non consentono confutazione, e in particolare impregnarsi con la convinzione che Dio ha parlato all'uomo. Anche se il tuo libro può essere un miracolo, finché è scritto in arabo, un non arabo come sono io non può percepirne il carattere miracoloso, e anche se me lo leggessero non saprei distinguerlo da qualunque altro libro scritto in lingua araba.
  2. Il Dottore rispose: Eppure ha compiuto miracoli, ma questi non sono stati usati come prova per l'accettazione della sua legge.
  3. Al Khazari: Esattamente così, ma la mente umana non può credere che Dio abbia rapporti con l'uomo se non attraverso un miracolo che cambia la natura delle cose. Allora riconosce che per farlo, solo Lui può crearli da zero. Deve essere avvenuto anche in presenza di grandi moltitudini, che lo videro distintamente e non lo appresero da resoconti e tradizioni. Anche allora, devono esaminare la questione attentamente e ripetutamente in modo che nessun sospetto di immaginazione o magia possa entrare nelle loro menti. Allora la mente può cogliere questa materia straordinaria, vale a dire, che il Creatore di questo mondo e dell'altro, dei cieli e delle luci, abbia rapporti con questo vile pezzo di argilla, intendo l'uomo, gli parli ed esaudisca le sue voglie e i suoi desideri.
  4. Il Dottore: Il nostro Libro non è pieno delle storie di Mosè e dei Figli d'Israele? Nessuno può negare ciò che Egli fece al Faraone, come divise il mare e salvò coloro che godevano del Suo favore ma annegò coloro che avevano suscitato la Sua ira. Poi vennero la manna e le quaglie per quarant'anni, e il Suo discorso a Mosè sul monte, fece fermare il sole per Giosuè e lo aiutò contro i potenti. [Aggiungi a questo] quello che è successo in precedenza, vale a dire. il Diluvio, la distruzione del popolo di Lot; non è forse così noto che non è possibile alcun sospetto di inganno e di immaginazione?

Domande per affinare la comprensione del testo sopra:

  1. Miracoli e alfabetizzazione: lo studioso islamico sottolinea il Corano come un miracolo a causa del suo linguaggio unico. Come può qualcosa di specifico di una lingua (l'arabo) essere un miracolo universale per tutti, compresi coloro che non capiscono l'arabo?
  2. Natura della Profezia: Lo studioso afferma che Maometto è il "Sigillo dei Profeti", ponendo fine alla necessità di ulteriori rivelazioni. Come si concilia questo con il concetto di una relazione in continua evoluzione tra Dio e l’umanità?
  3. Descrizioni del paradiso e dell'inferno: le descrizioni del paradiso e dell'inferno si concentrano fortemente sui piaceri fisici e sulle punizioni. Questa rappresentazione limita il concetto di ricompensa e punizione oltre il mondo materiale?

Perché il Re Cazaro rifiutò il metodo dello studioso cristiano?

Sbloccare la comprensione Una guida passo passo per padroneggiare i testi

1. Ascolta e coinvolgiti: il primo passo è ascoltare attivamente il testo durante la lettura iniziale. Cerca di comprendere i principali argomenti discussi in esso

.2. Comprendere il testo: dopo la lettura iniziale, cerca di comprendere le idee principali dell'autore. Cerca di catturare lo spirito del testo e il suo scopo sottostante

.3. Immaginazione e connessione: usa la tua comprensione del testo per collegarlo a scenari familiari o fenomeni che conosci. Come si confrontano gli argomenti trattati nel Testo con le situazioni della vita reale?

4. Approfondisci il testo: una volta che hai colto le componenti essenziali del testo, rivisitalo. Prova a comprendere dettagli più fini come dati numerici, esempi e analisi che ti aiutano a comprendere l'argomento in modo più approfondito.

5. Rileggi con uno scopo: dopo aver approfondito il testo, rileggilo. Questa volta cerca di capire il punto in cui è stato scritto il Testo senza concentrarti esclusivamente sui dettagli. Concentrati sulle idee principali e sullo scopo centrale del testo.

 Con dedizione e perseveranza, puoi svelare i segreti di qualsiasi testo e ottenere informazioni preziose che arricchiranno la tua comprensione del mondo che ti circonda. Il coinvolgimento attivo è fondamentale per raggiungere il successo nei tuoi sforzi di lettura. Ascoltare attentamente, comprendere profondamente e collegare il Testo alle proprie esperienze è essenziale. Prenditi il tempo per approfondire i dettagli più fini e non aver paura di fare domande o chiedere aiuto quando necessario.

Abbraccia il potere della conoscenza e intraprendi un'avventura di apprendimento trasformativa!

Ti piace il contenuto? lo stai leggendo da solo?

"Il Rabbino: La facoltà della parola è trasmettere l'idea di chi parla nell'anima di chi ascolta. Tale intenzione, tuttavia, può essere realizzata alla perfezione solo mediante la comunicazione orale. Questa è meglio della scrittura. Il proverbio è : 'Dalla bocca degli studiosi, ma non dalla bocca dei libri.'" (Kuzari)

Considera l'idea di unirti al nostro programma "Chavruta".

Impara questi testi con un compagno di studio!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

Consider joining our "Chavruta" program. Learn these text with a study partner!

**PLEASE NOTE**

we are approaching the end of the current study cycle. If you are intersted in the program, please fill out the registration form, and we will update when a new study cycle opens.


In the meantime, you are welcome to listen to recordings of the lessons given in the 1st cycle

to access CLICK HERE

Brit Olam team

CLICK HERE TO JOIN

ITALY

Sparks Of Insight Italian version

VIEW HERE

FRANCE

Sparks Of Insight
French version

VIEW HERE

INDIA

Sparks Of Insight
Telugu version

VIEW HERE

Search